GLI “ORTI DI GUERRA” DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE


GLI ORTI DELLA FAME

La Seconda Guerra Mondiale accelera il processo dell’agricoltura in città, già avviato con gli “orti di guerra” della Prima Guerra Mondiale, poi consolidato nel periodo tra le due guerre con le iniziative di “affittamento” dei terreni comunali a privati per uso agricolo.

Il Comune promuove un’iniziativa di agricoltura in città mirata a calmierare i prezzi dei principali prodotti agricoli alimentari.

L’Azienda Agricola Comunale, l’ A.A.C. nata nel 1918, durante la Seconda Guerra Mondiale svolge un’attività agricola importante nelle diverse cascine di proprietà comunale, arrivando a coltivare nel 1943 una superficie di 2.274.216 metri quadrati.

Nel 1943
10.000.000 mq
circa di orti


 

Scarica tutti i pannelli della mostra in formato PDF (83,9 MB)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più